lunedì 13 agosto 2007

La sindrome da rientro

Sono affetta in maniera preoccupante ed esagerata dalla sindrome da rientro dalle vacanze...è da sabato sera, praticamente quando ho rimesso piede in casa, che nn faccio altro che dormire, vegetare davanti alla tv, dormire, ascoltare la radio o l'mp3, dormire, cazzeggiare su internet, e ancora dormire. Ah, dimenticavo: sto anche tentando di finire il giornalino delle parole crociate che ha avuto tanto successo in vacanza. Nn ho voglia di fare nient'altro. Nemmeno la spesa, nonostante il mio frigo sia + vuoto della testa di una gallina. Insomma, sono in uno stato di totale apatia. é davvero traumatico tornare alla vita normale dopo una vacanza, a maggior ragione è tanto + difficile quanto + è stata bella.. e vi assicuro che la nostra vacanza salentina è stata fantastica. x questo riprendere la solita vita di prima sarà davvero difficile. Soprattutto se penso che ho vissuto x 10 giorni in casa con altre 8 persone, mentre ora mi ritrovo in casa da sola. Mi manca tutto tantissimo, nn so cosa darei x riavere quel piacevole casino: i turni x andare in bagno, la doccia con l'acqua ghiacciata, la doga del divano letto che si rompeva in piena notte, il paciugo x terra, le condizioni pietose del bagno, le cene in casa, le porcherie che abbiamo mangiato agli orari + impensabili (tipo i wurstel in padella alle 6 e mezza del mattino), i viaggi in macchina ascoltando la radio che ci propinava a rotazione sempre le stesse 5 canzoni, le giornate al mare, le serate a ballare, il divertentismo, i beveroni che ogni sera ci preparavamo prima di uscire, l'anguria sulla spiaggia.. quante cose abbiamo fatto in questa vacanza.. quante risate, quanti momenti divertenti a ridere fino al mal di pancia, quanti bei posti abbiamo visto, grazie soprattutto alle 2 nostre preziosissime guide autoctone, Silvia e Valeria, che si sono fatte nn in 4, ma in 400, x nn farci mancare mai niente. La loro disponibilità e accoglienza è stata veramente smisurata, sarà anche xchè qui al nord siamo un po' + freddini, ma mi ha veramente stupito vedere quanto si prodigassero x tutte noi che in fondo, prima di questa vacanza, eravamo in buona parte delle perfette sconosciute. nn finirò mai di ringraziarle x questo xchè se la vacanza è stata così perfetta è anche grazie a loro. nn dimenticherò mai quello che hanno fatto x noi.. così come nn dimenticherò mai nessuna delle avventure/disavventure che ci sn capitate in questi giorni, dalla giornata a otranto, in cui è successo veramente di TUTTO (persino che si rompessero i freni della macchina e rischiassimo di tamponarci a catena), al giro in barca a leuca, con tanto di arrampicamento sugli scogli.. quanto darei x tornare indietro e rivivere tutto.. quanto vorrei essere ancora là! a quest'ora di solito eravamo in spiaggia ad abbrustolirci o a sguazzare nell'acqua.. ma xchè le cose belle durano sempre così poco?

1 commento:

Giu ha detto...

Non dirlo a me...quest'estate ho fato solo 1 weekend a Venezia e la prox sett farò 1 weekend in Croazia...TROPPO POCO!!!
Già le vacanze nn durano niente...è solo la sindrome da rientro a durare!