domenica 4 novembre 2007

a volte ritornano

Quella di ieri è stata proprio una bella seratina.. diversa dalle altre xchè non c'erano le mie sisters, ma cmq una serata molto molto carina.
inizialmente doveva essere una cena-rimpatriata con i vecchi compagni delle elementari (nonché dell'asilo! insomma, gente che conosco da BEN 22 ANNI O____O), poi, tra chi ha tirato il pacco, chi purtroppo era irrintracciabile e chi si è reso irrintracciabile (e qui evito qualsivoglia commento xchè HO GIA' STRESSATO ABBASTANZA le sisters con le mie lagne), alla fine ci siamo ritrovati solamente in cinque (non che poi fossimo molti di più.. in classe eravamo appena 11! al massimo arrivavamo a 13/14 nel periodo del luna park quando a noi si aggiungevano i figli dei giostrai).. pochini in effetti, ma come si dice.. POCHI MA BUONI!! :)
era già da un mesetto che tentavamo di organizzare sta cosa e devo ammettere che l'idea allo stesso tempo mi incuriosiva e mi spaventava.. xchè se da un lato c'era la voglia di rivederli tutti e di sapere come procedevano le loro vite, dall'altro c'era la paura di non sapere cosa dire, di sentirsi a disagio, di cadere nell'imbarazzo che è tipico di chi non si vede da tanto, troppo tempo..
e invece, contrariamente alle mie aspettative, non si è verificato nulla di tutto ciò! anzi, evidentemente ci siamo trovati tutti molto bene, dato che il tempo è volato senza che manco ce ne accorgessimo! e quella che doveva essere una normalissima cena si è poi conclusa a casa di una delle ex compagne a chiacchierare fino alle due di notte..
abbiamo parlato, riso, scherzato.. abbiamo riaperto cassetti della memoria rimasti chiusi per tanti tanti anni.. c'era un po' di polvere, è vero, ma tolta quella abbiamo ricordato tanti piccoli e divertenti momenti, passati a scuola e non, fatti accaduti un sacco di tempo fa ma ancora incredibilmente impressi nei nostri ricordi.. abbiamo parlato del passato e del presente, e ovviamente di tutto quello che c'è stato nel mezzo: esperienze entusiasmanti per qualcuno, responsabilità enormi per qualcun altro, soddisfazioni e delusioni più o meno grandi per tutti, sia a livello personale che lavorativo/di studio..
confrontandomi con loro mi sono sentita quella privilegiata, quella "viziata", quella che alla fine non si è mai sbattuta più di tanto nella sua vita.. io che sto sempre a lamentarmi per le mie stronzate, per gli esami, xchè magari mi tocca rinunciare ad un aperitivo o a una domenica a marina a causa dello studio.. se ci penso mi stupisco di quanto so essere superficiale certe volte.
io, che vivo ancora nel mondo delle favole, che sogno ad occhi aperti, che mi tengo ancora stretta stretta la mia spensieratezza. e lei, che ha la mia età, ed ha una bambina di tre anni e mezzo, che sta tirando su splendidamente.
io, che ancora studio, e lei che lavora da ormai dieci anni.
io, che quando litigo coi miei vorrei prendere e andarmene di casa, senza tra l'altro avere la minima idea di dove sbattere la testa e di cosa voglia dire vivere da sola, e lei che da sola si è COMPRATA una casa e ora ci vive con sua figlia.
ho provato un attimo a confrontare le nostre giornate tipo: io, che posso svegliarmi all'ora che mi pare (anche se cerco sempre di non andare oltre le 8.30), e alterno tutto il giorno momenti di studio a momenti di cazzeggio di vario genere e natura (per fortuna ogni tanto ho qualche ripetizione che magari mi fa sentire meno cazzona!).. e lei, che da quando si alza la mattina deve correre tutto il giorno come una matta per portare la bimba all'asilo, andare al lavoro, andarla a prendere, tener dietro la casa ecc ecc..
scelte di vita, qualcuno potrà dire.. e in effetti è davvero così.. ma sono cmq scelte coraggiose, mature, adulte. e la cosa più bella era vedere e sentire quanto lei stessa fosse orgogliosa di quella figlia, e soddisfatta della sua vita, nonostante le mille difficoltà all'ordine del giorno. l'ho un po' invidiata per questo: per la sua sicurezza, per la sua forza, per il suo carattere così allegro e frizzante, per il suo non fermarsi di fronte a niente.. è davvero una persona in gambissima!

..mi ha fatto davvero bene questa serata. mi è servita per capire alcune cose che finora avevo sempre sottovalutato, forse xchè le davo per scontate, come se mi fossero dovute. può sembrare esagerato ma è stata, nel suo piccolo, una preziosa lezione di vita.

ora non so come andrà a finire, se e quando ci rivedremo (spero non tra altri 14 anni però!!!).
ci siamo salutati promettendoci di organizzare presto una nuova uscita.. e a me farebbe davvero piacere, xchè mi sono trovata benissimo.. e poi chissà, magari alla prossima potremmo recuperare anche qualche altro pezzo storico......vero miky?! (tanto lo so che ci leggi ^____^)

17 commenti:

Apple ha detto...

Non sai che invidia ho provato leggendo questo post... Vorrei tanto anche io ricontattare i miei vecchi compagni delle elementari per una cena.. Per vederci, parlare confrontarci.... Ma sembra impossibie , perchè tanta gente si nega, chissa' poi perchè... Non voglio credere che qualcuno si vergogni di cio' che è.. Ogniuno a modo suo è speciale, come te, come la tua amica che cresce da sola una figlia, o come l'operaio che lavora in fabbrica per pagare il mutuo..
Anche io mi sento , e sono consapevole di essere una privilegiata, perchè faccio un lavoro che adoro, e lo faccio solo per la fatale fatalità del fato... perchè ho una casa .. E degli amici speciali...
Un bacio ed un abbraccio a tutta la tua classe.. 5 sono meglio di 0!!!

Simona ha detto...

Beh, ma è bellissimo che tu riesca a vederti ancora con i tuoi amici delle elementari, davvero. io non saprei più che faccia hanno. Tieniteli stretti, vuol dire che vale la pena

bdp ha detto...

@apple: grazie mille, bellissimo commento!!
anche a me sembrava impossibile all'inizio.. e ti dirò, ciò che mi ha convinto a provarci è stato soprattutto il fatto che cmq eravamo pochi, e quindi non mi sarei dovuta sbattere + di tanto per rintracciare tutti! nonostante ciò cmq ci sono rimasta male per certe persone che inizialmente si sono mostrate entusiaste dell'idea e poi, improvvisamente, sono sparite e non si sono più fatte trovare. mi è sembrato sinceramente un comportamento molto ipocrita, per non dire infantile.. ma alla fine pazienza! la serata è andata benissimo anche senza di loro.. tiè!
un bacio anche a te e buona serata ^___^

@simona: sì, è una cosa carina! infatti spero manterremo questa "abitudine" ritrovata, fosse anche solo per una cena ogni tanto..

Master of Fouls ha detto...

...sì sì...il confronto con gli umanoidi già sposati o non sposati con prole al seguito è disarmante...e per me che ho qualche annetto in più di te è ancora più frequente...ma dopotutto, cara la mia bdp (che poi, che significa BDP?), si tratta sempre di scelte...a te piacerebbe avere un mostro di 2 anni e mezzo o tre che ti gira per casa? .....

a me la cosa inquieta...lo sto cercando già fatto e che abbia u'età in cui io possa formarlo e dargli tanta grappa per tenerlo piccolo...

PsichoMoF

p.s. i bimbi troppo piccoli mi inquietano

Giu ha detto...

Che bello questo post!
Cmq è vero, frequentando persone diverse da noi, a volte ci rendiamo conto di quanto siamo fortunate e di quanto i nostri problemi siano frivoli!
Però anche noi ci diamo da fare e ci stiamo costruendo la vita che desideriamo, e anche questo secondo me è importante!
Un bacio alla BDP e W le cene di classe e i revival in generale!

Lillo ha detto...

E brava BDP, brava brava, son contento che ti sia divertita... sono anni che non faccio una bella rimpatriata con i "vecchi amici".

Non si sa mai che mi muova, dopo questo post.

Off-topic: a Lucca ho rimediato un cappello giallo di Rat-Man con le orecchie, tipo quello di Topolino, classico di Disneyland. Uno spettacolo.

bdp ha detto...

@(Psicho)MoF: ahahah! povero bambino!! chissà come crescerà?! ;)
cmq è vero, anche a me la sola idea inquieta parecchio.. non xchè non mi piacciano i bambini (anzi, mi piacciono da matti! e ho anche fatto la babysitter in passato), xò un conto è badare un bimbo per qualche ora, farlo giocare, portarlo al parco, ecc ecc.. un conto è averne uno tuo, che dipende interamente da te, che devi educare e crescere insegnangogli cosa è giusto e cosa no.. al momento questa cosa mi fa paura!! so che cmq è un'esperienza che prima o poi vorrò fare, ma so anche per certo che ORA non ne sarei assolutamente in grado
ps: BDP è un acronimo..prova un po' a indovinare!

@giu: sì è vero.. come ha detto apple nel suo commento in fondo ognuno di noi a modo suo è speciale!
un bacio anche a te giu! :)

@lillo: dai, bene! mi farebbe piacere sapere di aver lanciato la moda delle rimpatriate! :)
ps: beeeello il cappello!! immagino cosa avrete combinato tu e lo stupido.. ;)

aisssss ha detto...

bei donnini
sono svolazzata di qui per un saluto.........sonoancora troppo sfatta dal week end
vi bascioooooooooo

il reggiano ha detto...

anch'io penso sia una bellissima idea, purtroppo irrealizzabile perchè i miei mi hanno fatto studiare per corrispondenza..

Vale ha detto...

Io invece sono una di quelle che si rendono irrintracciabili... non so mai che dire ai vecchi amici (che poi non sono amici) e sono super in imbarazzo in queste situazioni quindi fuggo, a gambe levate!
Però mi fa paicere che tu abbia passato una bella serata.

Bacio

Master of Fouls ha detto...

@bdp:
- bella da pazzi
- bacio da porca
- bulla di periferia
- bruco da provola
- bilancia di provincia
- bellezza da panegirico
- baronessa del pompino
- bicicletta da pedalare (in stile scendi il bambino che lo gioco...)
- bambola di pezza
- bomba di puzza
- bimba di pezza...

....

le altre vengono fuori porche e qui ho capito che non si può...

MoF

p.s. per la realizzazione di questo commento non è stato maltrattato alcun bdp.

Baol ha detto...

Non so se organizzerei una cosa del genere, probabilmente i miei anni delle superiori non hanno visto formarsi amicizie che mi invoglino a farlo, non so...ho tentato qualche anno fa ma non è riuscita per niente la cosa. Sono felice che a te, invece, sia andata bene.
Buon inizio di settimana :)

bdp ha detto...

@ice: eheh, chissà che hai combinato nel weekend.. ;)

@reggiano: che infanzia triste devi avere avuto.. sob! :(
se vuoi la prossima volta ti invito alla mia cena!

@vale: davvero?!? ma no che peccato :(
cmq guarda, a dir la verità tutti noi all'inizio eravamo imbarazzati e non sapevamo cosa dire..poi un po' alla volta il ghiaccio si è sciolto e...via!
è cmq vero che (fatta eccezione per una persona che negli anni ho continuato a sentire e frequentare) non li posso considerare proprio "amici", xò il fatto di aver condiviso con loro una fetta di vita così grande (8 anni!) li rende cmq qualcosa di + di semplici ex compagni di classe..
bacio!

@mof: e meno male che hai omesso quelle "porche"!
cmq non ci sei proprio..hai indovinato solo la prima parola nel primo tentativo, ma x il resto ACQUA ACQUA ACQUA!!! :DDD
ti dò un aiutino: non l'ho inventato io..è un acronimo "famoso".. (dai che è facilissimo!)

@baol: ma era una cena coi compagni delle elementari :)
e la cosa strana è che mi ha fatto molto + piacere questa di tante ("tante" si fa poi x dire..) cene delle superiori! sarà che era molto + tempo che non ci vedevamo e quindi avevamo molte + cose da dirci..boh?!.. o forse sarà semplicemente il fatto che le amicizie che stringi quando sei bambino sono quelle destinate a durare o cmq a segnarti di + (noi 3 ne siamo l'esempio evidente ^___^!!)
ps: buona settimana anche a te! ;)

Greg ha detto...

Bellissimo! Anche io vorrei poter riorganizzare una serata con i miei compagno delle elementari, di cui conservo un bellissimo ricordo. Leggendo questo post mi è venuta voglia... Ciao

bdp ha detto...

@greg: mi fa piacere! :)

kabalino ha detto...

bdp, queste seratine fan bene ma anche male...però è meglio farle che non farle...e secondo me hai fatto proprio bene ad organizzarla, che se dovevi aspettare gli altri...

bdp ha detto...

@kabalino: eh infatti.. la facevamo nel 2050 alla bocciofila..