venerdì 7 dicembre 2007

inchiesta.


stavo pranzando e guardavo la tv. o meglio, mi stavo ingozzando, devo fuggire con l'ultimo capitolo di teoria in facoltà entro pochi minuti, perciò sono molto di fretta...ma questo nn mi impedisce di commentare, brevemente, la notizia che ho appena sentito al tg di mezzogiorno...poi lascio a voi il compito di dirmi come la pensate, che sono curiosa.

" - ROMA, 6 DIC - Scatta la multa di 200 euro per chi va va in giro con una bomboletta spray anti-aggressione. E' quanto ha stabilito la Cassazione.Costituisce reato 'il porto in luogo pubblico di una bomboletta spray,contenente gas lacrimogeno, in quanto idonea ad arrecare offesa alla persona e come tale rientrante nella definizione di arma da sparo'. Confermata la multa nei confronti un uomo che aveva acquistato lo spray su Internet e lo porto' in luogo pubblico utilizzandolo contro una persona".

allora, parlando senza false ipocrisie e buonismi d'ordinanza. mi chiedo se la giustizia non abbia altre gatte da pelare, altri problemi, prima di arrestare/multare chi ha acquistato uno spray "ANTIAGGRESSIONE", EVIDENTEMENTE PER DIFENDERSI da coloro che invece dovrebbero essere arrestati/multati ma che invece se ne stanno in giro belli e tranquilli.
io penso che di ogni cosa si debba fare un uso ragionevole e corretto: dei coltelli, della macchina, dello scooter, del computer, di ogni cosa. se io esco e accoltello uno lo ammazzo e finisco dentro (forse), se io uso la macchina come una pazza, girando a senso contrario e facendo i 200 in città, posso uccidere o fare del male a qualcuno...se io giro con il mio spray e lo spruzzo a caso, posso nuocere, è vero (NB. non sono mai danni permanenti, ma fastidi momentanei....cosa fondamentale). ma se io rischio di essere aggredita e violentata, e SOPRATTUTTO SE IL RISCHIO è REALE, COME NELLA NOSTRA CITTà E NEL MIO QUARTIERE, pago anche 1000 euro, anche 2000 (quelle esperienze nn hanno prezzo, carissimi giudici), ma GLIELO SVUOTO IN FACCIA TUTTO, quel boccettino. che magari non serve a nulla eh, ma a volte saperlo in tasca fa sentire molto meglio.
poi, ditemi voi se sbaglio, se la pensate diversamente....al momento non trovo scusanti, mi sembra proprio una boiata....

(parentesi....rivoglio il blog in italianooooooo!!!!cos'è questa svolta anglofona!!!!bah....)

6 commenti:

bdp ha detto...

l'ennesima CASSATA della cassazione...

sono senza parole (e ce ne vuole..)

:(

patty ha detto...

la solita storia...è 1ennesima dimostrazione di con che logica funzioni la "giustizia" nel nostro paese...come da noi a bo, che spaccano le palle alla gente x bene che si beve una birra in piazza, mentre a2metri ci sono spaccio e stupri...è una vergogna.

Lillo ha detto...

Soluzione 1: te lo porti in giro lo stesso e, se ti ferma il vigile, lo svuoti in faccia a lui e poi scappi.

Soluzione 2: te lo porti in giro lo stesso, e se ti ferma il vigile scuoti i capelli e fai la splendida, cercando di fargli capire che ad una bellezza della tua statura non si può negare una innocua possilità di difendersi in caso di aggressione, o in alternativa, gli dici che l'avevi scambiato per il profumatore ad alito, e lo ringrazi di averti salvato la vita. Se non funziona, glielo svuoti in faccia, e poi scappi.

Soluzione 3: te lo porti in giro lo stesso, e se ti ferma il vigile lo riempi di cazzotti dietro le orecchie urlando "VEDI??? SE AVESSI IL TUO CAXXO DI SPRAY ADESSO POTRESTI FERMARMI!!! ED INVECE TI MASSACRO!!!" dopodichè, per spiegargli al meglio ciò che intendi, glielo svuoti in faccia e poi scappi.

Naturalmente si scherza.

Però questa cosa diventa inquietante. In Italia non è possibile (credo) detenere legalmente per un cittadino qualsiasi una arma atta alla difesa. Tanto per dire, non c'è la possibilità di portarsi in giro un coltello (il criterio, oggi, è quello del "giustificato motivo": cioè, se sono un arrotino è facile che giri con dei coltelli in macchina o in braccio, ogni tanto), non credo si possa detenere una pistola se non si è dentro certi ambiti lavorativi (e anche lì son grane) o per uso sportivo (quindi con un percorso obbligato da seguire durante il trasporto), non parliamo di bastoni telescopi e roba simile.

Io (naturalmente) giro con il mio "amico d'emergenza" nascosto, ma sono ben consapevole che in primis è una roba da esaltati, e secondo è pericoloso, perchè se mi beccano son dolori.

Ma in Italia, dove non si può girare armati (che in fin dei conti sarebbe pure corretto, sarebbe) io sono costretto a fidarmi, per la mia sicurezza, delle forze dell'ordine. Quindi, visto che mi fido di più del culo della figlia di un mio amico, che ha 6 mesi, preferisco rischiare la multa.

Cosa sbagliata, me ne rendo conto, ma non c'è niente da fare: specie quando sono in giro con Elena, ho paura. Ho paura per lei. E preferisco farmi 30 anni di galera, che piangere una vita per "non essere stato in grado".

Che poi magari mi cago addosso, quando è il momento, o magari il momento non viene mai (sperem).

Però è brutto. E' brutto girare con qualsiasi arma (che è una cosa orripilante per me, sul serio), ma è anche brutto avere paura.

Madò, quanto ho scritto. E sono confuso su questo argomento, vorrei ma non vorrei. Quindi vi saluto e la smetto.

Baci, pace ed amore (che son meglio di tutte le armi del mondo),

-L.

ICE ha detto...

beh per essere penalizzati in italia siamo penalizzati in tutto. effettivamente la sconsideratezza dell'utilizzo di qualsiasi arma da difesa, atta sia a nuocere che non, fa si che non la si possa utilizzare in nessun caso, vedi la polizia che spara pallettoni antisommossa e i manganelli nn sono spranghe cosa che in altri stati è ammessa e concessa.
io ho il porto d'armi ad uso venatorio, posso girare armata solo nei giorni in cui la caccia è aperta ma sinceramente arrivare al punto di pensare di dover girare armati non è per nulla bello. senza contare che in America, per esempio, si puo' sparare a chiunque metta un solo pelo dentro il perimetro di casa tua, da noi se li minacci solo da lontano con il fucile scarico ti sbattono dentro.
non è male ? vero?
in caso di disgrazia ( ladri in casa) mio padre spara. si giustifica che avendo piu di 60 anni la pena sarebbe ridotta.
ah se dovessi sparare io e mio padre nel momento in cui sto impugnando l'arma non mi ha fatto la delega sull'utilizzo del suo fucile in duplice copia ( una per me e una per lui) invalida il mio utilizzo e nonostante io abbia il porto di armi non sarebbe legale quindi andrei in galera!

opla!!!!

patty ha detto...

@lillo: io propendo x la soluzione 3!!!ma d'altronde si sa che son rissosa ;)!!!
@ ice:capperi, lo voglio anch'io il porto d'armi!!!!
cmq è vero, qua siamo arrivati al punto di non poter + circolare tranquilli x la propria città, e di rischiare 200euri in meno se, giustamente timorosi, ci si porta dietro un mezzo x difendersi!!!!
tra drogati con siringhe e rapinatori con armi da fuoco, mi sembra giusto preoccuparsi di UNO SPRUZZINO!!!!!!
Io stanotte alle 3 da sola x il centro in una bologna DESERTA nn so cosa avrei pagato x averlo!!!anche la multa!!!mi guardavo sempre dietro tipo film horror, tra 1po sentivo anche la musichetta...O____O

Mat ha detto...

ma non era stata inventata con lo scopo di utilizzarla proprio contro PERSONE (male intenzionate)???
boh, siamo italia...si fa tutto, si disfa e si fà il contrario di tutto!!